Una situazione sempre più comune all’interno di case e uffici è quella legata alla mancanza di spazio, o alla disposizione non del tutto efficiente degli arredi. Specie negli ambienti professionali, ogni minimo particolare può fare la differenza, e uno sfruttamento ottimale degli ambienti a disposizione può portare perciò a una produttività maggiore. Per questo motivo le porte scorrevoli rivestono un ruolo sempre più importante nella progettazione degli spazi domestici e destinati ai professionisti. Ecco cinque modi in cui una porta scorrevole può migliorare gli ambienti residenziali e lavorativi.

Migliorano gli uffici e li rendono veramente smart

Immagina un ambiente lavorativo moderno: un luogo in cui le idee corrono rapide e l’efficienza è requisito necessario al successo. In un contesto smart, il risparmio di spazio permette di installare una nuova postazione, velocizzare le comunicazioni e incrementare ancora di più l’efficacia del proprio ufficio. Le porte scorrevoli, in questo ambito, consentono proprio di risparmiare preziosi centimetri grazie all’eliminazione del tradizionale movimento dell’anta, sia esso verso l’interno o l’esterno. Lo spazio immediatamente prossimo alla porta così, non deve essere per forza lasciato libero, e soprattutto l’utilizzo della stessa porta non crea più ingombro o intralcio. Le porte scorrevoli, in altre parole, costituiscono la soluzione ideale per gli uffici più efficienti.

Danno un tocco di colore senza dimenticare l’eleganza

La particolare conformazione rende la porta scorrevole particolarmente adatta a essere prodotta in vari materiali. Le soluzioni più tradizionali prevedono la presenza di pannelli a scomparsa in wengé, ciliegio, larice o noce, dall’aspetto elegante e adatto a ogni tipo di ambiente.

Per gli ambienti più vivaci e dinamici, invece, è possibile optare per pannelli in vetro. Le opzioni, in questo campo, sono particolarmente numerose: alle soluzioni laccate e pantografate, ideali per gli uffici e gli ambienti destinati al contatto con il pubblico, si affiancano le alternative riflettenti, quelle con incisioni oppure quelle colorate. In quest’ultimo caso, Porte Italiane è in grado di realizzare porte scorrevoli anche in Living Coral (https://www.porteitaliane.com/blog/blog/living-coral-il-colore-del-2019-si-abbina-anche-a-porte-ed-arredi), il colore dell’anno 2019 per l’istituto Pantone.

 

Non fanno perdere tempo: l’installazione è semplice

Installare una porta scorrevole è diventata un’operazione piuttosto semplice. In passato, al contrario, la creazione di un’intercapedine e l’utilizzo di ante da quattro o cinque cm rendeva difficile l’implementazione della porta in pareti divisorie di poco spessore, comunemente utilizzate sia nelle case che in ambienti lavorativi. Ora, invece, la porta scorrevole viene alloggiata interamente in un cassonetto formato da lastre parallele in lamiera di acciaio. La differente dimensione dei cassonetti permette l’installazione in ambienti di ogni tipo, e consente anche l’utilizzo dei materiali più svariati, come visto in precedenza.

Si adattano ad ambienti privati e pubblici

La struttura flessibile della porta scorrevole consente di scegliere numerose configurazioni. Le varianti a interno muro, ad esempio, includono un’anta movibile che scompare all’interno di un cassonetto installato nella parete. Questa è l’opzione che presenta senza dubbio il minor impatto visivo, e trasforma facilmente la camera, rendendola all’occorrenza un ambiente unico.

Al contrario, nelle porte a scorrere esterno parete la porta scorre rimanendo immediatamente davanti al muro quando l’anta viene mossa. Una soluzione ideale per gli ambienti lavorativi, come cucine e uffici, ma anche per locali pubblici, come bagni e servizi.

Sono utilizzabili senza alcuna difficoltà

A differenza delle porte a battente e con anta, la porta scorrevole presenta un funzionamento decisamente più immediato e semplice. La mancata presenza di maniglie assicura un’apertura più rapida e, ancora una volta, un risparmio di spazio. La porta scorrevole lascia passare, inoltre, la luce naturale, e a differenza delle porte tradizionali può essere lasciata aperta per creare in pochi istanti un open space. La mancanza dell’anta, infatti, fa scomparire la porta nell’ambiente, regalando una sensazione di fluidità con l’intera stanza. Il risultato è ancora migliore se si scelgono le alternative in vetro, oppure soluzioni in tinta con le tonalità della camera. La scelta è ampia, e si adatta a qualsiasi tipologia di camera.

Scorri adesso la nostra rassegna di porte scorrevoli https://www.porteitaliane.com/13-porte-scorrevoli e trova quella che fa più al caso tuo: per qualsiasi informazione o domanda, inoltre, lo staff di Porte Italiane è sempre a tua disposizione. Contattaci https://www.porteitaliane.com/contattaci!