1
Blog search

Come riparare una porta interna che non si apre (o non si chiude)

Come riparare una porta interna che non si apre (o non si chiude)

Porta interna che non si apre ? Ci pensiamo noi

Capire come riparare una porta interna che non si apre o non si chiude può tornare utile in una varietà di situazioni. Acquistare un nuovo infisso è comunque una spesa, e pertanto è bene prendersi cura del proprio investimento nel migliore dei modi.

In passato ci siamo occupati delle domande da farsi di prima di cambiare le porte interne. Oggi, invece, vogliamo cercare di scoprire se esiste il modo di rimandare il momento della sostituzione dell’infisso. Con un po' di tempo e forza di volontà, spesso è possibile arrivare a ottimi risultati anche nelle occasioni che sembrano più disperate.

I casi di cui ci occuperemo sono sostanzialmente due, ovvero quelli in cui la porta non si apre, oppure non si chiude.

Riparare una porta interna che non si apre

Come regolare una porta che non si apre: come si fa?

Prima di tutto, bisogna considerare gli attrezzi che si andranno a utilizzare per riparare una porta che non si apre.

Ecco l’occorrente per i casi più comuni:

  • Cacciavite;
  • Fermaporta;

Detto ciò, andiamo a descrivere alcuni degli interventi più frequenti. Prima di cominciare, raccomandiamo comunque di agire nella massima sicurezza e con la maggiore delicatezza possibile, onde peggiorare i possibili danni già presenti.

Valutare eventuali malfunzionamenti dei cardini porta

Se una porta non si apre, è possibile che il problema sia dovuto ai cardini che non funzionano nel modo corretto. La causa potrebbe essere data dal disallineamento dei cardini, che non essendo posizionati nella sede corretta non provvedono a ruotare bene l’anta.

Nei casi meno gravi, si può intervenire con un po’ di olio lubrificante, in modo da far tornare i cardini in posizione e facilitare il movimento del battente. Se il problema persiste, potrebbe essere necessario rimuovere tutta l’anta, e verificare l’integrità strutturale dei cardini stessi.

Riparare i danni della cerniera

In alcuni casi, il problema potrebbe riguardare la cerniera. Dopo averla smontata (si tratta spesso di svitare qualche vite), è bene osservarla attentamente. Se si notano pieghe o altri fenomeni che modificano la forma naturale del componente, è il momento di entrare in azione.

L’ideale sarebbe avere a disposizione una pressa, o una morsa, nella quale inserire la cerniera. Una volta fissata, di norma bastano pochi colpi delicati di martello per raddrizzare il componente. Il procedimento andrebbe ripetuto con tutte le cerniere.

Riparare una porta che non si apre sistemare i cardini

Livellare i cardini

Se i cardini sono disallineati, potrebbe essere una buona idea provvedere al loro riallineamento. Per prima cosa, l’anta va messa in posizione corretta, aiutandosi con un fermaporta o alcuni giornali. Dopo bisogna procedere a svitare e avvitare lentamente i cardini, fino a che il battente non stia da solo in posizione parallela rispetto al pavimento.

Riparare una porta che non si chiude: i passi necessari

Riparare una porta che non si chiude richiede gli stessi strumenti visti in precedenza. Oltre a cacciavite e fermaporta, è bene avere a portata di mano un martello.

Anche in questo caso, l’invito è quello di agire sempre con delicatezza e massima attenzione. Se non si è del tutto sicuri di quello che si sta facendo, è meglio fermarsi e richiedere l’aiuto di un esperto.

Stringere i cardini

La cosa più semplice da fare è stringere i cardini. Potrebbe non risolvere del tutto il problema, ma è senza dubbio un utile esercizio per rimettere in sesto la propria porta.

Come si fa? Basta prendere un cacciavite e dare una bella avvitata ai vari cardini. Molte volte, i problemi di porte che non si chiudono si risolvono con una sistemata a questi componenti.

Risistemare la cornice

La porta potrebbe non chiudersi perché – molto semplicemente – il battente va a toccare la cornice che è uscita dalla sua sede.

Rimettere in posizione la cornice di una porta interna non è uno scherzo. Si tratta di un procedimento che necessita di un minimo di manualità ed esperienza. In ogni caso, una delle soluzioni più semplici prevede l’inserimento di strisce di cartone lungo il telaio, dalla parte del fermo, in modo da ridurre il divario tra cornice e muro.

Per aiuto e informazioni rivolgiti a porte italiane

Per aiuto e informazioni, rivolgetevi a Porte Italiane!

Come visto, sono diverse le strade da percorrere per riparare una porta che non si apre o non si chiude. In ogni caso, come ripetuto più volte, è sempre bene agire con un minimo di attenzione e delicatezza, per evitare qualsiasi tipo di danni.

E se la vostra porta è così danneggiata da non poter essere più riparata, potete dare uno sguardo al nostro catalogo di porte interne. La Fip Propone una ricca offerta di porte a battente, scorrevoli, con vano vetro

Per qualsiasi informazione, telefonate pure ai numeri 0941 901172 e 0941 912335.

Menu

Settings