1
Blog search

Quale tipo di porta d’ingresso è più resistente? Confronto e analisi

Quale tipo di porta d'ingresso è più resistente? Confronto e analisi

Quale tipo di porta di casa è più resistente? Confronto e analisi

Quando si intende investire in una nuova porta d'ingresso per la casa, ci sono una varietà di fattori da considerare. Si tratta di elementi da non sottovalutare, visto che una porta d'ingresso di qualità durerà a lungo e costituirà un buon investimento per tutta l’abitazione.

In questa guida andremo allora a confrontare la longevità dei tre principali tipi di porta esterna per capire quale sia il più resistente. Con queste informazioni sarete in grado di prendere una decisione informata sulla migliore porta d'ingresso per la vostra proprietà.

Quanto sono durature le porte con telaio in alluminio?

La plastica usata per fare le porte si chiama polivinilcloruro (abbreviato in PVC), che in parole povere è una versione più forte e meno rigida della plastica comune. Molte abitazioni dispongono di infissi di questo tipo, capaci di sfoggiare un aspetto attraente e relativamente facili da mantenere.

Se curata correttamente, una porta in telaio in alluminio di qualità e ben fatta può durare per 20-30 anni. Questo perché il PVC è un materiale in grado di resistere sufficientemente all'umidità e al calore elevato, e ciò ne aumenta la longevità. Si tratta quindi di una buona opzione, ideale soprattutto in ambienti lavorativi e professionali.

 

PORTA INTERNA SCORREVOLE CON BINARIO

La longevità delle porte in legno

Una porta d'ingresso in legno massiccio può davvero aggiungere un po' di carattere a tutta la vostra casa. Si tratta di una alternativa particolarmente adatta alle proprietà con un aspetto più tradizionale e classico.

È possibile trovare una varietà di porte in legno con strutture e materiali differenti. Ogni scelta porta con sé un impatto estetico diverso, oltre a differenti capacità di resistere alla prova del tempo. In linea generale, una porta in legno massiccio può durare fino a 30 anni, a seconda della qualità delle materie prime. Alcuni modelli dispongono, ad esempio, di un legno più “dolce”, mediamente resistente alle intemperie ma che richiede una manutenzione continua.

Se investite in legno di qualità, potete aspettarvi che la vostra porta in legno duri per molto tempo, proprio come molte delle porte tradizionali che è possibile osservare in alcuni edifici storici, o nelle case antiche curate con attenzione.

Quanto durano le porte in composito?

L'aspetto delle porte in composito è simile a quello delle porte in plastica. Questi infissi, però, sono realizzati con una varietà di materiali, invece di uno solo. Molte volte, ad esempio, potrebbe trattarsi di infissi che includono PVC, plastica rinforzata con vetro, legno e schiuma isolante.

Si può scegliere tra una moltitudine di stili e colori, per cui non è difficile trovare l’alternativa adatta al proprio caso. Per quanto riguarda la longevità, le prestazioni ottenibili da questo tipo di porte sono sicuramente ottime. Una porta in composito può durare almeno 35 anni se viene trattata e mantenuta correttamente. Grazie alla particolare struttura e al tipo di lavorazione, inoltre, questo tipo di infissi non va incontro a inestetismi in modo così marcato. Ci si può attendere che l’aspetto del proprio infisso rimanga tale anche nel corso del tempo, per un risparmio di tempo e fatica.

 

PORTA INTERNA DI INGRESSO COLORE BIANCO

L’offerta di porte d’ingresso (e non solo) di FIP

Il catalogo di Porte Italiane è ricco di proposte di ogni tipo. Dalle porte scorrevoli in vetro alle porte filomuro, dalle alternative tradizionali in legno alle porte moderne. Ognuna di queste opzioni può risultare ideale per le vostre esigenze, a seconda del tipo di abitazione e del vostro budget.

Per maggiori informazioni e suggerimenti, telefonate pure ai numeri 0941 901172 e 0941 912335. Oppure inviate una email all’indirizzo [email protected]. Saremo felici di rispondere alle vostre domande.

Menu

Settings